donna assume olio di cbd per dolori mestruali

Il CBD per i dolori mestruali

Essere donna significa anche convivere con il ciclo mestruale e quell’appuntamento che inevitabilmente ricorre ogni mese. Ma se per molte il fastidio legato a quei giorni è contenuto e sopportabile, per altre è molto intenso, così forte da rendere particolarmente difficoltoso il normale prosieguo delle normali attività quotidiane. Per alleviare i dolori mestruali si ricorre spesso a farmaci antidolorifici, ma per chi cerca di evitare la loro assunzione esiste un rimedio naturale e una valida alternativa: il CBD.

Che cos’è il CBD

Il CBD, assieme al THC, è il più conosciuto principio attivo contenuto nella Canapa sativa ed è utilizzato per il trattamento di una grande varietà di disturbi sia fisici che mentali. A differenza del THC, che è considerato a tutti gli effetti una droga leggera a causa dei suoi effetti psicoattivi e i conseguenti rischi per la salute, il CBD non ha alcun “effetto sballo”, non è tossico, non crea dipendenza ed ha solo effetti terapeutici per l’organismo.

Negli ultimi anni questa molecola organica, proprio a causa delle sue innumerevoli proprietà benefiche, ha attirato l’attenzione di numerosi membri della comunità scientifica che, grazie ai numerosi studi effettuati, ne stanno comprovando l’efficacia in molti ambiti, soprattutto in quello medico.

Che cosa sono i dolori mestruali

Il termine medico con cui vengono indicati i dolori mestruali è dismenorrea. Si manifesta con un forte dolore al basso ventre e può essere associata anche a mal di testa, senso di nausea, stanchezza e coliche. In alcuni casi la sintomatologia può essere controllata, ma in altri il dolore è così debilitate da interferire nel normale svolgimento delle attività quotidiane.

Una delle cause di questo malessere è un’infiammazione generalizzata. Ma cosa succede in quel periodo del mese nel corpo della donna? L’apparato riproduttivo femminile rilascia delle molecole chiamate prostaglandine che causano continue contrazioni dell’utero. E’ proprio a causa di questo movimento che la donna percepisce i tipici dolori addominali – o meglio “crampi” mestruali – della SPM. Di conseguenza, maggiore sarà la contrazione uterina, più forti saranno i dolori.

Ricordiamo che i dolori mestruali non hanno solo un impatto sul corpo della donna e quindi sul suo fisico, ma anche sulla sua psiche (isolamento sociale, senso di inadeguatezza). Per questo preferire un rimedio, come il CBD, che possa agire su entrambe le sfere e che sia anche naturale, può diventare una scelta vincente.

Perché il CBD può ridurre i dolori mestruali

Negli ultimi anni si sta riscontrando sempre più interesse da parte delle donne sull’uso terapeutico e le potenzialità del CBD come rimedio naturale per un ciclo doloroso, anche perché le soluzioni proposte dalla medicina sono limitate e spesso si esauriscono nella somministrazione di farmaci antidolorifici che nel lungo periodo possono risultare nocivi per la nostra salute o possono creare effetti indesiderati.

Il CBD è infatti un efficace aiuto senza controindicazioni e può essere un valido alleato per alleviare i dolori mestruali proprio grazie alle sue proprietà lenitive, rilassanti, antinfiammatorie, antispasmodiche e analgesiche. Esso infatti agisce nel Sistema Endocannabinoide, il sistema recettoriale del nostro corpo coinvolto sia prima che dopo i giorni del ciclo, e ne ripristina l’equilibrio originario promuovendo un senso generale di benessere.

L’utilizzo del CBD durante i dolori mestruali potrà apportare a tutto l’apparato riproduttivo femminile un effetto rilassante e distensivo, andando quindi a favorire un andamento più lieve delle contrazioni uterine. In questa maniera verranno ridotti i sintomi fino alla naturale conclusione del ciclo. Grazie alle sue le sue proprietà ansiolitiche e ansiolitiche, sempre più donne scelgono di assumere cbd per contrastare l’insonnia, oltre ad essere un valido alleato per ridurre gli attacchi di ansia e sbalzi d’umore che spesso si presentano in quel periodo. 

Come assumere CBD per i dolori mestruali

Per alleviare i dolori mestruali, al giorno d’oggi è possibile trovare una vasta scelta di prodotti a base di CBD, che si differenziano a seconda della modalità di applicazione. Creme, balsami (come il nostro Balsamo al CBD Hemplab) e oli ad uso topico, applicati sul basso ventre in caso di necessità, potranno essere utili per ridurre i crampi. In alternativa potranno essere utilizzati anche i cerotti al CBD, che permettono un’applicazione semplice ma con scarso controllo del quantitativo di principio attivo assunto.

Oltre a queste soluzioni ad uso esterno, in commercio si possono trovare anche cibi, come barrette al cioccolato e caramelle, tisane alla canapa o tè e gocce sublinguali. Tutti, ovviamente, a base di canapa e quindi ricchi di CBD. Questa ultima tipologia di prodotti, a differenza della prima, agisce da analgesico e antinfiammatorio direttamente dall’interno e con un’azione generalmente più rapida ed efficace.

Il prodotto a base di CBD più adatto e consigliato per ridurre i dolori mestruali è sicuramente l’olio, in quanto viene assorbito dall’organismo in maniera veloce e permette di dosare accuratamente il quantitativo da utilizzare per il trattamento. L’olio di CBD, a seconda delle preferenze, può essere somministrato in forma liquida con flacone e contagocce o con capsule gel.

L’Olio di CBD per i dolori mestruali

Se durante i giorni del ciclo provi fastidiosi dolori mestruali e stai cercando una soluzione per alleviarli, l’olio di CBD, grazie alle sue proprietà lenitive, potrà aiutarti in maniera totalmente naturale.

L’olio di CBD utilizzato per i dolori mestruali favorisce infatti il rilassamento, riduce le infiammazioni che causano dolore addominale ed agevola il sonno, spesso non troppo riposante in quel periodo. E’ inoltre utile contro attacchi di ansia e di panico e sbalzi d’umore. Donandovi equilibrio sia alla vostra psiche che al vostro corpo, questa molecola potrà diventare il tuo prezioso alleato proprio perché ti permetterà di vivere più serenamente quel periodo e di gestire in tranquillità gli impegni lavorativi e quelli legati alla famiglia.